Endocrinologia

Che cos’è l’endocrinologia?

L’endocrinologia è una branca della Medicina che si occupa della diagnosi e della cura delle malattie del sistema endocrino.
Con sistema endocrino si intendono tutte quelle ghiandole che producono ormoni; queste sostanze regolano e controllano il metabolismo, la riproduzione, la crescita e lo sviluppo sessuale. Gli ormoni, inoltre, permettono all’organismo di rispondere alle richieste dell’ambiente fornendo energia e nutrienti al momento opportuno.
Le ghiandole del sistema endocrino sono la tiroide, le paratiroidi, il pancreas, i surreni, l’ipofisi, le ovaie e i testicoli.

Le malattie che interessano queste ghiandole sono:

  • patologie funzionali e nodulari della tiroide
  • diabete
  • menopausa
  • osteoporosi
  • dislipidemie
  • infertilità
  • difetti della crescita
  • tumori benigni e maligni di queste ghiandole
  • disturbi del metabolismo del calcio e del fosforo
  • disordini del peso e dell’alimentazione
  • aumento e la riduzione della produzione degli ormoni

La visita endocrinologica

La visita endocrinologica è una visita non invasiva e indolore che permette di valutare o monitorare disturbi e malattie associate alle ghiandole endocrine, gli organi che producono gli ormoni. I diversi ruoli svolti nell’organismo dagli ormoni li rende fondamentali per garantire un funzionamento ottimale del metabolismo, degli organi e dei tessuti.

L’endocrinologo si occupa di identificare e trattare patologie associate al malfunzionamento delle ghiandole che li producono, che possono contribuire all’insorgenza di malattie come l’osteoporosi, la disfunzione erettile e il diabete e a problematiche come l’infertilità e le complicanze della menopausa.
La visita endocrinologica permette di individuare e monitorare i disturbi che riguardano la tiroide, l’ipofisi, i surreni, le ovaie, i testicoli e, anche se in misura minore rispetto a un diabetologo, il pancreas.

Una visita endocrinologica può durare circa ai 40 minuti, durante i quali l’endocrinologo raccoglie informazioni sulla storia familiare, patologica e alimentare del paziente. A ciò si aggiunge un’accurata visita clinica cui può seguire la prescrizione di esami specifici.

Dott. Giuseppe Rosti