Fisiatria

La visita fisiatrica ha lo scopo di  trattare le disabilità causate dalle diverse affezioni patologiche e/o dal dolore e con competenze specifiche in ambito neuromuscolare, osteoarticolare, cognitivo-relazionale, biomeccanico-ergonomico e psicologico: mira, pertanto, al massimo recupero delle funzioni e abilità con un approccio completo al Paziente.

Lo Specialista fisiatra spesso lavora in team interdisciplinare nella realizzazione del progetto riabilitativo avendo come obiettivo l’outcome attraverso il massimo recupero delle funzioni e abilità della persona, gestendo anche i rapporti con il Paziente e i suoi familiari.

Competenze cliniche del fisiatra:

  • conoscenza delle patologie disabilitanti: eziologia, trattamento e prognosi
  • capacità di gestire con responsabilità diretta le problematiche di stabilizzazione internistica della persona disabile nel corso del trattamento riabilitativo, ricorrendo, quando necessario, alla consulenza degli specialisti d’organo
  • conoscenza delle ricadute clinico-funzionali delle comorbilità interagenti
  • conoscenza delle interazioni tra farmaci e riabilitazione

 

Per Pazienti che presentino sintomi riconducibili a disturbi della sfera cognitiva, della comprensione e dell’articolazione del linguaggio, il fisiatra si avvale della collaborazione dello psicologo e del logopedista, i quali, effettuati i loro test valutativi, potranno integrare il programma riabilitativo con specifici trattamenti.

Il fisiatra può avvalersi della consulenza dello Specialista ortopedico nel caso di patologie osteo-articolari gravi in cui si ipotizzi un’efficacia relativa della terapia fisica e della riabilitazione e si voglia valutare l’indicazione a una soluzione chirurgica quali l’artroprotesi o l’intervento del neurochirurgo nelle ernie discali ribelli.

Dott. Corrado Stradella